MENU

Nuova LM Intelligenza Artificiale

25 Maggio 2021 (Archiviata)

Accreditato per l'a.a. 2021/22 il nuovo corso di laurea magistrale LM-32

A partire dall'a.a. 2021/22 l'offerta dei corsi di laurea magistrali della Scuola di Ingegneria si arricchisce con il corso in Intelligenza Artificiale (IAM, LM-32).

Regolamento didattico (link)

Schema del piano di studio (link)

 

Presentazione:

L'intelligenza artificiale (AI) ha iniziato da meno di un decennio a trasformare in modo radicale e pervasivo l'industria e la società ma le implicazioni di tali cambiamenti sono profonde e destinate ad accentuarsi nel futuro. La crescita di interesse verso l'AI è in questo momento esplosiva sia nel mondo scientifico che in quello dell'industria. Il Corso di Laurea Magistrale in Intelligenza Artificiale ha quindi l'ambizioso obiettivo di formare figure professionali di alto livello su due piani sinergici e complementari. Da un punto di vista tecnico ed ingegneristico si intende fornire competenze verticali avanzate sulle tecnologie attuali. Da un punto di vista scientifico e metodologico si intende fornire competenze orizzontali che permettano ai laureati di evolvere ed accompagnare e contribuire alla enorme crescita del settore.

Gli ambiti applicativi dell'AI sono molteplici e spesso richiedono capacità di adattamento a contesti multidisciplinari ed un approccio alla disciplina aperto a diverse visioni. Le opportunità di innovazione sono ampie e per questo ha senso immaginare di tenere aperta la formazione anche a chi possa in seguito sviluppare interessi manageriali o imprenditoriali.

Un punto di forza dell'Ateneo Fiorentino in questo progetto è dato dalla presenza di studiosi nell'area dell'ingegneria informatica, che, con le loro reti di collaborazioni, hanno contribuito da numerosi anni allo sviluppo di alcune aree importanti dell'AI tra cui l'apprendimento automatico, la visione artificiale, le tecnologie per l'interpretazione automatica dei media, e l'ottimizzazione. Al tempo stesso Firenze ha un dipartimento di eccellenza nell'area statistica, la cui sinergia con la scienza dei calcolatori è oggi riconosciuta come essenziale per lo sviluppo dell'AI. Completano il quadro studiosi nelle aree delle neuroscienze cognitive, della fisica applicata al calcolo quantistico, e della giurisprudenza relativa alle implicazioni etiche e sociali delle trasformazioni a cui l'AI ci sta mettendo di fronte.

Alcuni dei ruoli chiave che si intende formare, in particolare quelli di analista e progettista di sistemi intelligenti in ambiti strategici come la visione, l'elaborazione del linguaggio naturale, la logistica, l'analisi di dati di mercato, l'automazione e la diagnostica, saranno caratterizzati da un'elevata preparazione tecnico-culturale di ampio spettro e con capacità di rapido inserimento in contesti progettuali e produttivi di frontiera, e con la capacità di assumere in breve tempo responsabilità tecniche e di organizzazione del lavoro. Dato l'enorme interesse verso la ricerca scientifica in AI, sia ovviamente da parte dell'accademia che da parte delle industrie più avanzate, il corso di laurea magistrale cercherà di favorire le menti più brillanti incoraggiandole a proseguire con studi di terzo livello.

 

 

 

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni